Zanzarine o farfalle???

Ricordi quelle frasi che ti diceva la mamma e che ti ronzano nelle orecchie anche quando sei grande?

Penso sia una buona idea fermarsi a riflettere e lasciare non solo zanzarine che ripetono: metti a posto, fai bene i compiti, sbrigati… Ma anche colorate farfalle che ripetono: ce la puoi fare, guarda che bella giornata, com’è meraviglioso il mondo, come mi sento felice …

farfalle

E adesso cosa regalo ai parenti????

E’dicembre …pronti via, inizia la corsa ai regali di Natale. Ogni anno, il 24, mentre sfreccio alla ricerca degli ultimi doni mi dico:
l’anno prossimo inizio a Novembre, anzi inizio da subito …quando trovo qualcosa di carino lo compro…
Arriva Dicembre…durante l’anno non ce l’ho fatta…però …ho quasi un mese.
Arriva il 10 dicembre …vabbè…mancano ancora 15 giorni…ho tempooooo.
Arriva il 20 inizia il panico….e ricomincio a pensare…l’anno prossimo inizio a Novembre…anzi inizio da subito

Splendide Amiche

Da quando sono diventata mamma ho scoperto in modo ancora più forte alcune meravigliose sensazioni che regala l’amicizia tra donne.

Ho provato la disponibilità e la gentilezza di vecchie amiche, fantastiche cugine, sagge nonne che diventano un sostegno quando ho dei dubbi e loro, che ci sono già passate, mi sanno dare il consiglio giusto e dire la parola che mi rasserena.

Ho provato la bella sensazione di empatia con le mamme del parco giochi e della ludoteca, che hanno i bimbi della stessa età dei miei e che provano le mie identiche difficoltà.

Ho provato l’emozione di rivedere un’amica lasciata bambina e ritrovata donna, con il suo piccolino tra le braccia e gli occhi pieni di luce.

Ho condiviso l’emozione di  stare accanto ad un’amica con una bimba di pochi mesi e la sensazione di importanza nel darle qualche consiglio richiesto e gradito.

Ho provato la solidarietà di un amica che  mi aiuta sempre e comunque ,anche nelle piccole difficoltà di ogni giorno e, con i suoi gesti gentili, mi rasserena la giornata.

Ho trovato l’amicizia di meravigliose mamme che amano scrivere e condividere le loro emozioni e che, dopo mesi di assenza, sbirciano ancora le mie pagine :)

Ho conosciuto, ritrovato e consolidato l’amicizia con persone meravigliose che mi sento privilegiata a conoscere.

Grazie a tutte !!!!!!

Desideri

Ecco cosa desidero per i miei bimbi…
un sogno da inseguire,
una passione da coltivare,
una vita ricca di emozioni e di belle esperienze.

Ecco da cosa vorrei proteggerli…
dai grandi che dicono:
è impossibile,
non ce la farai,
il tuo sogno non va bene,
bisogna essere realisti…

Influenza e feste a tema

Quest’ anno la stagione inernale è stata particolarmente generosa e ci ha regalato ben due tipi diversi d’influenza.
In famiglia questa notizia ci ha entusiasmati e lo sport preferito è diventato : “ti passo l’influenza”.

Ormai saimo al terzo giro, allargato ovviamente a nonni e zii.

Per mantenere alto il morale stiamo organizzando splendide feste in pigiama a base  di brodino di pollo e borsa del ghiaccio; ovviamente la condizione necessaria per partecipare è avere almeno qualche linea di febbre.

Non sono per sempre

Non sono per sempre

i cambi dei pannolini,
le notti quasi in bianco,
i loro primi versetti,
l’odore di brodo di verdura che aleggia per la casa,
ciucci e giochini dappertutto,
le loro paroline buffe,
giocare insieme con la pasta di pane,
dire dieci volte al giorno “bimbi lontani dalla tv”,
tenerli in braccio,
guardarli con emozione quando vanno in bici,
il “dai ora facciamo i compiti”,
il loro sorriso con le finestrelle,
addormentarli con la fiaba della buonanotte…..

Accidenti come crescono in fretta!!!!!!

Un libro utile

Disciplina Con Affetto di J.Wyckoff, B.C.Unell, Ed. Red

Ecco un libro che ho letto con piacere , molto pratico che offre soluzioni concrete ai problemi che si icontrano durante la giornata con un bambino, sempre nell’ottica dell’incoraggiamento e dell’elogio come metodi educativi principali.

Un esempio ta tutti potrebbe essere quello rigiuardante il momento della nanna.
La stategia che suggeriscono i due psicologi è quella di instaurare un’atmosfera piacevole e un rituale di preparazione al momento della nanna che sia fisso, come ad esempio la canzoncina della nanna, abbassare le luci…in modo che il bimbo viva questo attimo come qualcosa di speciale.
Accanto forniscono suggerimenti pratici come l’esecizio fisico, un sonnellino pomeridiano non troppo lungo e tanti altri piccoli accorgimenti per affrontare con serenità il momento del sonno.

Gli autori, due psicologi che lavorano con i bambini,  offrono spunti piacevoli e interessanti sull’educazione attraverso l’incoraggiamento che peronalmente ho molto apprezzato.

Sguardo positivo

Partiamo dalla premessa che per i bimbi la cosa più importante è l’attenzione dei genitori e che noi genitori l’attenzione la concediamo più facilmente quando si tratta di correggere dei comportamenti.

Proviamo a sottolineare anche le cose che i nostri piccolini fanno bene.

Bravo Giannino che dipingi sul foglio (se vuoi che eviti di impiastricciare i muri), brava Elvira che raccogli i giocattoli (e non li spargi per  la stanza), bravo Adalberto che hai il nasino staccato dalla Tv mentre guardi il tuo cartone preferito.

Questo tipo di interesse  porta serenità sia alla mamma che ai bambini e incoraggia i comportamenti positivi…dicono che funzioni anche con i mariti.