Come saranno da grandi?

Come mamma penso spesso a quello che desidero trasmettere ai miei figli, ai valori e alle scelte che vorrei facessero parte di loro.

E spesso mi chiedo: come fare?

Intanto, mentre mi faccio queste domande, loro crescono e quei valori li sto già trasmettendo, spesso senza accorgermene: quando andiamo in libreria a scegliere libri che ci piacciono, quando osserviamo assieme la primavera che sta arrivando e facciamo a gara a chi vede più alberi fioriti, quando gustiamo  felici una cena preparata assieme, quando la merenda che mettiamo nello zainetto è doppia, casomai qualche compagno di classe oggi fosse senza …

Ora, mi sorge un dubbio…ma sono io che insegno qualcosa oppure sto semplicemente imparando e riscoprendo cose belle e importanti grazie a loro????

 

primavera, fiori

Zanzarine o farfalle???

Ricordi quelle frasi che ti diceva la mamma e che ti ronzano nelle orecchie anche quando sei grande?

Penso sia una buona idea fermarsi a riflettere e lasciare non solo zanzarine che ripetono: metti a posto, fai bene i compiti, sbrigati… Ma anche colorate farfalle che ripetono: ce la puoi fare, guarda che bella giornata, com’è meraviglioso il mondo, come mi sento felice …

farfalle

Arriva….finalmente

Che meraviglia… sono arrivati il sole, la voglia di stare all’aria aperta, le giornate passate insieme agli amici.

Basta poco, una bella giornata e torna il buon umore.

Ed è in questi giorni che sono felice della scelta di “pausa dalle attività extrascolastiche” che ho fatto quest’anno.

A settembre mi son detta: e se anziché trascorrere l’anno  correndo tra un impegno ed un altro ci riprendessimo il nostro tempo? E se quest’anno sostituissi i laboratori, le attività musicali e sportive con: torte e biscotti fatti assieme a casa, letture ad alta voce, canzoni cantate a squarciagola e corse al parco?

A fine anno posso dire che sono contenta e soddisfatta della scelta fatta…

mamma zen

 

E già cambia l’ora…

Mi sembra siano passati dieci minuti dalle mie prove per arrivare in orario e siamo già  a fine ottobre.

Pioggerella, nebbiolina, castagne e… ora solare che, pur accorciando la giornata, a me piace perché regala la sensazione, per almeno un mese, di dormire un’ oretta in più e in automatico  la pelle è più fresca, lo sguardo luminoso e l’energia aumenta…

Allooooora  Buon quasi inverno.

P.s. Io ho già acceso le lucine di Natale…

 

 

Pronti, attenti… Viaaaa.

Settembre, settembre, settembre…
Tempo di rientri, di nuovi inizi e buoni propositi, di ultimi compiti delle vacanze, di agenda nuova e… di allenamenti.
Sì, di allenamenti per arrivare in orario almeno i primi giorni di scuola.
Quindi, un po’ come si fa per le prove antincendio, tento di simulare quello che ci aspetterà tra qualche giorno: punto la sveglia e… foooorza giù dal letto dai, dai, dai, dai, abbiamo ancora dieci minuti.

Lo sguardo incredulo e smarrito di tutta la famiglia, pesci  inclusi, mi costringe a desistere.
Purtroppo i tempi allungati fanno parte del DNA familiare e quando qualche semaforo rosso o qualche pedone, che attraversa con calma la strada, incrocia il nostro abituale percorso mattutino……siamo fritti!!!!

Figurarsi dopo le vacanze estive!!!!

Ma, il primo dei buoni propositi, cioè arrivare in anticipo di almeno due minuti  rispetto al nostro solito, ormai è segnato nella mia  agenda settembrina nuova fiammante  e, tra qualche giorno,  magari, proverò a riproporre il mio allenamento…

 

Regali d’estate

È un’ estate strana: molta pioggia, freschino e poi sole e poi di nuovo pioggia… ma ogni estate serba regali che amo gustare:
il canto dei grilli,
la finestra aperta per sentire i temporali rinfrescanti,
orari più morbidi..soprattutto per i bimbi,
le sagre di paese anche in città,
fiori fiori fiori sui balconi,
il piacere di stare alla finestra,
il gelato da mangiare passeggiando.

Dovrebbe essere un po’ estate anche d’inverno!!!

TRA QUALCHE ANNO…

Ecco come vorrei essere tra qualche anno:

con le rughe del sorriso,

con grandi orecchie capaci di ascoltare,

con una bocca gentile capace di pronunciare parole di incoraggiamento e parole capaci di illuminare la magia delle piccole cose,

vorrei portare con me, sempre, qualche bella storia da raccontare a piccoli e grandi.

Ci sto già lavorando perché, si sa, chi ben comincia…

Fiori estivi

 

A volte ritrovare un vecchio gioco…

E’stata una bella emozione ritrovare un vecchissimo gioco in scatola che amavo da bambina e giocarci assieme ai miei cuccioli e, ancora più bello,  ridere di gusto. Perché?

Le foto parlano da sole:

Barbie…la reginetta del ballo

Gli splendidi Boyfriends anni settanta

 

La cosa divertente, oltre ai look e alle  pettinature anni settanta, è la parte dedicata all’  “appuntamento col Boyfriend“.Una sfilza di casellaccie dove ti tocca: saltare un turno perché lui si ferma a parlare di automobili, andare dal parruchiere ( ben 3 dollari!!!)  perché lui non apprezza la tua pettinatura oppure, andare alla partita di calcio…

Insomma, se vi capita di giocarci, forse conviene considerare l’ipotesi di rimanere single, utilizzare tutte le risorse monetarie per acquistare l’abito Gran Sera e andare allo snack bar con Midge!!!!

 

Sorpresa!!!

 

 

Neve

L’avevano annunciata da giorni, avevano paventato scenari  apocalittici: alcuni erano desiderosi di vederla, altri speravano in un errore nelle previsioni….alla fine è arrivata lieve ,candida  e gentile come sempre…

Personalmente la trovo  meravigliosa, la condizione atmosferica che più di tutti ci porta a contatto con la natura e fa diventare anche le città un po’ più campagnole.

Quando arriva noi:

ci affacciamo alla finestra molto più spesso  e col sorrisone dicendo …guarda la neeeeeeeve.

Sfoderiamo gli scarponcini pesanti.

Scendiamo  in cortile con carote e bottoni  a preparare omini di neve.

Andiamo  sooolo a piedi e ci mettiamo moolto di più causa battaglia di palle di neve.

E, se ne scende molta, molta…..andiamo al parco con il bob .

Insomma, benvenuti fiocchi leggeri.

Vocina nella pancia

Sai quella sensazione che ti dice se una persona ti sta mentendo o ti dice la verità, se una cosa va bene per te oppure no, che a volte ti dice che è il momento giusto per staccare e fermarti a guardare un tramonto…il famoso sesto senso.

Oggi parlavo con una mamma di una scelta fatta per il suo bimbo e mi ha raccontato di come, ascoltando il suo istinto, sia riuscita a prendere la decisione che si è rivelata, a posteriori, quella giusta (nonostante i pareri negativi di chi le stava attorno).
Sono convinta dell’importanza di ascoltare la vocina nella pancia…quando non l’ho ascoltata me ne sono puntualmente pentita.